Skip to content

Donne di scorta

26 luglio 2009

Perché i media italiani non traducono la escort

di antonellaferrara 

aggiornata la pagina La primadonna in rassegna

 

Questioni di traduzioni:  la parola escort. 

Così, a orecchio, ‘escort’ fa pensare a scorta, donna di scorta = ruota di scorta, da usare come sostituta di una titolare bucata, sgonfiata, consumata, e, in quanto nuova, da far correre tra le più curve delle chicanes, e gettare nelle vie periferiche della città dopo averne fatto uso, pronta ad essere rimpiazzata con altra collega acquistata presso rivenditore autorizzato, mentre ancora abbiamo le narici piene dell’acre odore della gomma nera incollata sul pietroso asfalto.

Donna di escort, puro corpo e mero oggetto, da tenere a portata di mano quando serve, che definisce le sue funzioni nel nome, di scorta appunto, senza altre pretese. Chi la usa per gettare discredito, chi invece per farne sottaciuto vanto. E’ una sorta di porta girevole, che permette a tutti di entrare dal lato che si preferisce e che rivela, ad ogni giro, sordidi angoli di piacere e lurida compiacenza: appunto solo oggetto di piacere e nient’altro l’una, appunto solo fruitore di piacere e niente altro l’altro. E tutti gli altri a guardare, e niente altro loro. Una escort non si traduce, trasferisce, conduce, traspone, altrove. E’ lì, rannicchiata, ripiegata, ready-to-use, pronta all’uso.

Di 21° secolo, di conquiste della di civiltà moderna (anche femminili), non c’è niente, neanche il nome, che è di scorta alla più formidabile nomenclatura delle puttane.

Particolare del servizio alla D'Addario, pubblicato sul blog di Novella 2000

Particolare del servizio alla D'Addario, pubblicato sul blog di Novella 2000

Approfondisci alla pagina La primadonna in rassegna: The Escort.

Annunci
2 commenti leave one →
  1. 16 maggio 2010 20:27

    Sono d’accordo con te Klem !

  2. klem permalink
    18 novembre 2009 20:24

    se esistono donne che si prostituiscono (e le escort quello fanno) è perché c’è qualcuno che compra le loro prestazioni… non approfitta o sfrutta o usa o (mi sono trovato per caso) compra una prestazione sessuale… è inutile che ci girano intorno e cambiano i termini usando francesismi o inglesismi, in quella vicenda ci sono stati istigatori alla prostituzione, prostitute e incrementatori di tale commercio. tutti i bei termini per salvare le apparenze servono a poco. sigh

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: