Skip to content

Il papello e le sue “esigenze”

20 ottobre 2009

Per rimanere in tema di negoziazioni, dopo le accuse di pagamenti fatti ai capi talebani, Le Figaro si occupa dei rapporti tra Stato Italiano e Mafia siciliana. Anche qui si parla del “papello” contenente quelle che i francesi chiamano “les exigences” di Totò Riina.

 

Quando la Mafia tentava di negoziare con Andreotti

 

di Richard Heuzé a Roma , 19/10/2009

Nel 1992, in piena epoca di attentati contro deputati e giudici, un padrino dettò le sue condizioni al governo.

 

Lo Stato ha negoziato nel 1992 con la Mafia, per mettere fine agli attentati? Che ruolo ha avuto Vito Ciancimino, ex-sindaco di Palermo (dec. nel 2002), e principale interlocutore “politico” di Totò Riina?

Un papello, scritto di pugno dal padrino mafioso e contenente dieci richieste, accrediterebbe questa versione. Il documento è stato consegnato la settimana scorsa, in fotocopia, da Massimo Ciancimino,  figlio di Vito, oggi giudicato a Palermo per connivenza mafiosa. “Le negoziazioni tra Mafia e Stato sono iniziate nel maggio del 1992”, afferma.

Torniamo indietro: all’inizio del 1992, Giulio Andreotti conduceva il suo settimo e ultimo governo. In gennaio, una sessantina di mafiosi sono rinviati in prigione. Erano stato liberati dopo i verdetti d’appello nel maxi-processo che era stato concluso nel dicembre del 1987, con 360 condanne (su 474 richieste, per 120 omicidi e 2.665 anni di prigione.

All’indomani del verdetto, Totò Riina vuole punire Andreotti, colpevole ai suoi occhi di “slealtà”. Il 12 marzo, il deputato Salvo Lima, capo della sua corrente in Sicilia, viene assassinato. E’ l’inizio dei grandi massacri.

Il 23 maggio è il turno del giudice anti-mafia Giovanni Falcone. Infine, il 19 luglio, l’esplosione di una vettura uccide un altro giudice antimafia, Paolo Borsellino, e cinque agenti di scorta.

Le “exigences”

 

Tra questi due attentati, Totò Riina, per il tramite di Vito Ciancimino, fa pervenire le sue richieste al generale dei Carabinieri Mario Mori. Sono dieci in tutto. In cima figurano la revisione del maxiprocesso, l’annullamento del regime di isolamento totale (il 41bis), riservato ai capi mafiosi e della legge sui pentiti.

In un passo, Riina esige una riforma del regolamento delle carceri, l’assegnazione dei domiciliari dopo i 70 anni, lo smantellamento dei penitenziari di alta sicurezza, la possibilità di “dissociarsi” (come i terroristi) senza dover denunciare altri criminali, la libertà di visita in prigione. Egli chiede addirittura il diritto per la Sicilia di imporre le proprie imposte sui carburanti e l’abolizione del monopolio del tabacco e, ancora, l’elezione dei giudici sul modello americano.

Il generale Mori ha certamente trasmesso queste richieste al potere politivi. Ai ministri degli Interni dell’epoca, Virgilio Rognoni e Nicola Mancino, che negano? Ad Andreotti? Sulla scia emotiva creata dagli attentati all’epoca, un mercanteggiamento con la Mafia sembrava impossibile.

Per il procuratore nazionale antimafia, Salvo Grasso, questi contatti avrebbero almeno avuto il merito di differire l’assassinio di altri uomini politici. Giulio Andreotti, in primo luogo: sette anni più tardi, il “Divo” dovrà difendersi da un processo che lo accusa di aver incontrato Toto Riina a Palermo, e di avergli dato il rituale bacio.

Quanto al padrino, è stato arrestato dagli uomini del Generale Mori, il 15 gennaio 1003. Il suo domicilio non fu perquisito in modo completo. Dando ai suoi familiari il tempo di far scomparire eventuali documenti compromettenti.

Vai all’articolo originale 

   

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: